News

CONTRIBUTI CAMERALI ALLE IMPRESE 2018

La Camera di Commercio di Verona ha stanziato nel 2018 oltre 2 milioni di euro di contributi per le micro, piccole e medie imprese veronesi per incentivare:

  1. l’innovazione tecnologica;
  2. l’internazionalizzazione;
  3. l’alternanza scuola lavoro;
  4. la digitalizzazione. 

1 – Incentivi per l’innovazione tecnologica

Somma stanziata: Euro 1.000.000,00

Data di apertura: 05 marzo 2018

Data chiusura: 12 marzo 2018

Beneficiari: Le microimprese, le piccole imprese e le medie imprese aventi sede legale e/o unità locali produttive in provincia di Verona

Spese ammissibili

  • inserimento di metodologie di progettazione automatica collegata col processo produttivo (CAD);
  • inserimento di tecniche di automazione di fabbrica supportate da elaboratore (CAM);
  • inserimento di metodologie di controllo globale della qualità del prodotto;
  • inserimento di nuove tecnologie all’interno di processi o prodotti tradizionali tecnologicamente maturi;
  • rinnovo per l’ammodernamento di macchinari ed impianti tecnologici con esclusione degli impianti previsti dall’articolo 1 del D.M. 37/08;
  • inserimento di sistemi informatici e di telecomunicazione innovativi, esclusa la creazione di siti Internet e l’applicazione della normativa sulla privacy;
  • installazione di sistemi antifurto, antirapina (compresi centraline, sensori volumetrici, dispositivi di protezione perimetrale e telecamere di videosorveglianza) – tali investimenti non sono soggetti all’esclusione di cui all’articolo 1 del citato D.M. 37/08.
  • inserimento di soluzioni per la mobilità sostenibile, ivi compresi i punti di ricarica auto o bici elettriche.

Spese escluse

  • investimenti effettuati in leasing e altre forme assimilabili al contratto di locazione;
  • investimenti in beni usati.

Ammontare del contributo

  • micro o piccola impresa: 18% delle spese (al netto dell’IVA e di eventuali altre imposte e tasse);
  • media impresa: 9% delle spese (al netto dell’IVA e di eventuali altre imposte e tasse);
  • contributo massimo di euro 12.000,00 per impresa (euro 13.500,00 nel caso di impresa femminile o giovanile o euro 13.500,00 nel caso di impresa iscritta nell’elenco di cui all’art. 8 del Regolamento per l’attribuzione del “rating di legalità”).

Valore dell’investimento

Non inferiore a euro 5.000,00 al netto dell’IVA e di eventuali altre imposte e tasse.

2 – Incentivi per l’Internazionalizzazione

Somma stanziata: Euro 500.000 così suddiviso: Misura A euro 200.000,00 e Misura B euro 300.000,00.

Data di apertura: 05 marzo 2018

Data chiusura: 19 aprile 2018

Beneficiari: Le microimprese, le piccole imprese e le medie imprese in forma singola o associata (almeno 6 imprese) aventi sede legale e/o unità locali produttive in provincia di Verona

Spese ammissibili

Misura A: spese sostenute per partecipazione a manifestazioni fieristiche internazionali organizzate sia in Italia che all’estero in forma singola o aggregata come

  • spese relative al trasporto del materiale da allestimento ed espositivo;
  • spese relative al servizio di interpretariato;
  • spese di viaggio in classe economica nella misura massimo di un solo rappresentante per impresa;
  • spese relative al materiale informativo;
  • spese relative a informazioni sul Paese, analisi di settore e ricerche di mercato, ricerca e selezione di partner esteri (clienti, agenti e distributori, fornitori), organizzazione di incontri d’affari, assistenza in loco, assistenza tecnica su procedure e documenti per l’estero (tali spese non devono superare complessivamente il 30% del costo complessivo dell’investimento).

Misura B: realizzazione all’estero di iniziative per la promozione, esclusivamente in forma aggregata, della “Destinazione Verona”come la promozione del territorio, delle tipicità e del turismo della provincia di Verona come

  • le spese di locazione e/o di allestimento degli spazi utilizzati per la realizzazione di un evento di presentazione della “Destinazione Verona”;
  • le spese relative al trasporto del materiale da allestimento ed espositivo;
  • le spese relative al servizio di interpretariato;
  • le spese di viaggio in classe economica, nella misura massima di un solo rappresentante per impresa;
  • le spese relative al materiale di documentazione e informazione promozionale;
  • spese relative a informazioni sul Paese, analisi di settore e ricerche di mercato, ricerca e selezione di partner esteri (clienti, agenti e distributori, fornitori), organizzazione di incontri d’affari, assistenza in loco, assistenza tecnica su procedure e documenti per l’estero, nonché ulteriori spese strettamente correlate alla promozione della Destinazione Verona.

Ammontare contributo

Misura A:

  • 20% delle spese ammissibili al netto di IVA;
  • contributo massimo di euro 8.000,00 al netto ritenute per impresa singola;
  • contributo massimo di euro 8.000,00 per impresa fino ad un importo non superiore a euro 50.000,00 (al lordo delle ritenute di legge).

 Misura B:

  • 50% delle spese ammissibili al netto di IVA;
  • contributo massimo di euro 8.000,00 per impresa fino ad un importo non superiore a euro 50.000,00 (al lordo delle ritenute di legge);
  • contributo aggiuntivo di euro 500,00 per ciascuna domanda presentata da aggregazioni di imprese per entrambe le Misure, purché ammessa a contributo.

Valore dell’investimento

Non inferiore a euro 5.000,00 al netto dell’IVA e di eventuali altre imposte e tasse.

3 – Concessione di voucher alle Micro Piccole e Medie Imprese in tema di Alternanza Scuola-Lavoro

Somma stanziata: Euro 315.000,00.

Data di apertura: 05 marzo 2018

Data chiusura: 16 ottobre 2018

Beneficiari: Le microimprese, le piccole imprese e le medie imprese aventi sede legale e/o unità locali produttive in provincia di Verona

Spese ammissibili

Gli interventi ammessi a voucher dovranno essere riconducibili a percorsi di Alternanza Scuola Lavoro (ASL) realizzati presso la sede legale e/o unità locali di imprese poste in provincia di Verona e intrapresi da studenti della scuola secondaria di secondo grado e/o dei Centri di Formazione Professionale (CFP), sulla base di convenzioni tra Istituto scolastico/CFP e soggetto ospitante relativamente all’anno 2018.

I percorsi ammessi sono quelli realizzati a partire dall’1/01/2018 e fino al 31/12/2018 e dovranno avere una durata minima, per singolo percorso formativo, di 40 ore.

Ammontare del contributo

Euro 700,00 per ogni studente ospitato fino ad un massimo di:

  • euro 7.000,00 fino a 10 studenti ospitati;
  • 500,00 da 11 a 20 studenti ospitati;
  • euro 8.000,00 da 21 a 30 studenti ospitati;
  • euro 9.000,00 oltre 30 studenti ospitati.

Nel caso di inserimento in azienda di studenti diversamente abili, indipendentemente dal numero degli stessi, verrà riconosciuto un ulteriore importo di euro 200,00.

Qualora l’impresa richiedente risulti iscritta nell’elenco del “Rating di Legalità” verrà, altresì, riconosciuta, indipendentemente dal numero degli studenti ospitati, una primalità pari ad euro 100,00.

Ciascuna impresa può presentare un’unica richiesta di voucher.

4 – Concessione di voucher alle Micro Piccole e Medie Imprese per interventi in tema di digitalizzazione.

 Somma stanziata: Euro 240.000,00.

Data di apertura: 05 marzo 2018

Data chiusura: 16 ottobre 2018

Beneficiari: Le microimprese, le piccole imprese e le medie imprese aventi sede legale e/o unità locali produttive in provincia di Verona

Spese ammissibili

Gli interventi riconducibili a:

  • percorsi formativi e/o
  • a servizi di consulenza

focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali, in attuazione della strategia Impresa 4.0, anche con riferimento all’utilizzo delle tecnologie di cui agli allegati A e B della Legge 11 dicembre 2016 n. 232.

Esempi: soluzioni per la manifattura avanzata, manifattura additiva, realtà aumentata e virtual reality, simulazione, integrazione verticale e orizzontale, industria internet e Iot, Cloud, cybersicurezza e business continuity, big data e analytics, sistemi di e-commerce, sistemi di pagamento mobile e/o via internet, sistemi Electronic Data Interchange, geolocalizzazione, sistemi informativi e gestionali, tecnologie per l’in-store customer experience, RFID, barcode, sistemi di tracking, system integration applicata all’automazione dei processi, etc.

Il percorso formativo dovrà avere una durata minima di 40 ore.

Ai fini dell’erogazione del voucher il destinatario dovrà frequentare almeno l’80% del monte ore complessivo.

Ammontare del contributo

Voucher di importo massimo pari al 50% delle spese ammissibili ed effettivamente sostenute fino al valore massimo di contributo totale pari ad euro 10.000,00.

Qualora l’impresa richiedente risulti iscritta nell’elenco del “Rating di Legalità” verrà, altresì, riconosciuta una primalità pari ad euro 100,00.

Valore dell’investimento.

Il costo minimo del percorso di formazione oggetto del voucher deve essere di almeno euro 300,00 Iva esclusa. Non saranno concessi voucher per corsi di formazione di costo inferiore.

L’investimento minimo del servizio di consulenza dovrà essere pari ad almeno euro 2.000,00 a copertura delle spese sostenute (al netto di IVA).

Dove spendere i voucher formativi

  • Agenzie formative accreditate dalle Regioni;
  • Università e Scuole di Alta Formazione italiane in possesso del riconoscimento del MIUR;
  • Centri di trasferimento tecnologico su tematiche Impresa 4.0 come definiti dal Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 22 dicembre 2017.

 5 – Presentazione della domanda

Modalità di presentazione delle domande.

I regolamenti ed i moduli per la partecipazione ai bandi si reperiscono sul sito della Camera di Commercio di Verona.

Le domande devono essere compilate, firmate digitalmente ed inviate alla Camera di Commercio di Verona esclusivamente tramite la piattaforma Web Telemaco (http://webtelemaco.infocamere.it) – Servizi e-gov – Contributi alle imprese.

Condividi:

Altri articoli

BONUS TRASPORTI

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha lanciato nei giorni scorsi la campagna informativa sul “Bonus trasporti”, l’agevolazione per acquistare un abbonamento mensile,

AL VIA LE DOMANDE AI BANDI DISEGNI+

È imminente l’apertura degli sportelli per l’edizione 2022 dei bandi Brevetti+, Disegni+ e Marchi+, destinati al finanziamento di progetti di valorizzazione delle privative industriali, a

AL VIA LE DOMANDE AI BANDI MARCHI+

È imminente l’apertura degli sportelli per l’edizione 2022 dei bandi Brevetti+, Disegni+ e Marchi+, destinati al finanziamento di progetti di valorizzazione delle privative industriali, afavore