News

Carburanti: novità in vigore da luglio

carburanti

Da luglio 2018 imprese e professionisti, per poter dedurre i costi e detrarre l’Iva sui rifornimenti di carburante, dovranno

  • richiedere la fattura elettronica
  • pagare con mezzi tracciabili

Fattura elettronica

L’adempimento prevede che i rivenditori di carburante debbano emettere fattura elettronica su richiesta del cliente professionista o dell’imprenditore.

Il cliente se vuole dedursi il costo e detrarre l’Iva dovrà ricevere esclusivamente questo tipo di documento.

Pagamento con mezzi tracciabili

Il cliente dovrà pagare il carburante con mezzi tracciabili. Sono mezzi corretti di pagamento per poter dedurre il costo e detrarre l’Iva i seguenti:

  • carte di credito, debito o prepagate,
  • assegni bancari e postali, circolari e vaglia,
  • rid e bonifici,
  • bollettini postali,
  • pagamenti tracciabili a seguito di un contratti di netting.

Adempimenti per i privati

Se a fare rifornimento è una persona fisica privata non cambia nulla rispetto al passato: il distributore non dovrà emettere fattura elettronica e il cliente potrà pagare anche con i contanti.

Condividi:

Altri articoli

BONUS TRASPORTI

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha lanciato nei giorni scorsi la campagna informativa sul “Bonus trasporti”, l’agevolazione per acquistare un abbonamento mensile,

AL VIA LE DOMANDE AI BANDI DISEGNI+

È imminente l’apertura degli sportelli per l’edizione 2022 dei bandi Brevetti+, Disegni+ e Marchi+, destinati al finanziamento di progetti di valorizzazione delle privative industriali, a

AL VIA LE DOMANDE AI BANDI MARCHI+

È imminente l’apertura degli sportelli per l’edizione 2022 dei bandi Brevetti+, Disegni+ e Marchi+, destinati al finanziamento di progetti di valorizzazione delle privative industriali, afavore