Emanuele Cortini, Autore a Studio Cortini & Rizzo
Viewing posts from: November 2000

Covid-19: bonus di 600 euro per professionisti e autonomi

Me ne in...Fisco del Business | 0 comments | by Emanuele Cortini

Per il solo mese di marzo 2020 il decreto “Cura Italia” ha previsto una indennità di 600 euro esentasse.

Destinatari dell’agevolazione sono i liberi professionisti con partita Iva, i lavoratori titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa iscritti alla gestione separata, gli artigiani, i commercianti, i coltivatori diretti, non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme di previdenza obbligatoria.

Restano a bocca asciutta, quindi, i professionisti iscritti agli Ordini (avvocati, medici, ingegneri, architetti, consulenti dal lavoro, notai, farmacisti, giornalisti, veterinari, geometri, commercialisti e ragionieri, biologi, psicologi, infermieri, chimici, geologi) ai quali spetta, forse, una quota del Fondo per il reddito di ultima istanza.

Si consiglia di attivarsi subito per l’ottenimento delle credenziali.

L’indennità, infatti, sarà erogata dall’Inps previa domanda che ciascun interessato, tramite PIN dispositivo o SPID, dovrà fare nei prossimi giorni (indicativamente a fine marzo) sul sito internet dell’Inps (www.inps.it).

read more

COVID-19: credito d’imposta per botteghe e negozi

Me ne in...Fisco del Business | 0 comments | by Emanuele Cortini

Gli esercenti attività di impresa hanno diritto ad un credito d’imposta nella misura del 60% dell’ammontare del canone di locazione, relativo al mese di marzo 2020, di immobili rientranti nella categoria catastale C/1 (negozi e botteghe).

Il credito d’imposta non spetta a chi svolge attività di commercio al dettaglio e di servizi per la persona che sono state identificate come essenziali (tra cui farmacie, parafarmacie, punti vendita di generi alimentari di prima necessità, servizi di pompe funebri, etc.).

Il credito d’imposta è utilizzabile esclusivamente in compensazione.

read more

Ristrutturazioni e bonus mobili: la comunicazione all’Enea

Me ne in...Fisco in Privato | 0 comments | by Emanuele Cortini

Chi esegue lavori classificati come risparmio energetico, acquista beni e impianti elencati tra quelli detraibili o acquista mobili e elettrodomestici, per ottenere la detrazione fiscale deve inviare la comunicazione all’Enea entro 90 giorni dall’ultimazione dei lavori o dal collaudo. Per gli interventi la cui data di fine lavori (collaudo) è compresa tra il 1 gennaio 2018 e 21 novembre 2018, il termine di 90 giorni scade il 19 febbraio 2019.

read more

Privacy: le novità del GDPR

Me ne in...Fisco del Business | 0 comments | by Emanuele Cortini

Il prossimo 25 maggio entra in vigore in Italia il regolamento europeo sulla privacy ma siamo ancora in attesa di un decreto del governo che coordini le disposizioni del nostro codice della riservatezza con il nuovo regolamento europeo. Il Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati 2016/679 (GDPR) manda in pensione il Dlgs 196/2003.

read more

Carburanti: novità in vigore da luglio

Me ne in...Fisco del Business | 0 comments | by Emanuele Cortini

Da luglio 2018 imprese e professionisti, per poter dedurre i costi e detrarre l’Iva sui rifornimenti di carburante, dovranno

  • richiedere la fattura elettronica
  • pagare con mezzi tracciabili

Fattura elettronica

L’adempimento prevede che i rivenditori di carburante debbano emettere fattura elettronica su richiesta del cliente professionista o dell’imprenditore.

Il cliente se vuole dedursi il costo e detrarre l’Iva dovrà ricevere esclusivamente questo tipo di documento.

Pagamento con mezzi tracciabili

Il cliente dovrà pagare il carburante con mezzi tracciabili. Sono mezzi corretti di pagamento per poter dedurre il costo e detrarre l’Iva i seguenti:

  • carte di credito, debito o prepagate,
  • assegni bancari e postali, circolari e vaglia,
  • rid e bonifici,
  • bollettini postali,
  • pagamenti tracciabili a seguito di un contratti di netting.

Adempimenti per i privati

Se a fare rifornimento è una persona fisica privata non cambia nulla rispetto al passato: il distributore non dovrà emettere fattura elettronica e il cliente potrà pagare anche con i contanti.

read more

Iscriviti alla newsletter

* campi obbligatori
A quale newsletter vuoi iscriverti?