Giugno 2016 - Studio Cortini & Rizzo
Viewing posts from: June 2016

Perchè è importante leggere tutti i giorni la PEC?

Me ne in...Fisco del Business | 0 comments | by Emanuele Cortini

Dal 1 giugno 2016 Equitalia notificherà le cartelle esattoriali solo con posta elettronica certificata(PEC).

Il provvedimento riguarda:

  • imprese individuali
  • società
  • professionisti
  • privati (solo se dispongono di posta certificata e dichiarano in Unico di voler ricevere con tale modalità)

Consulta frequentemente (possibilmente tutti i giorni) la tua casella PEC e qualora ricevessi una cartella esattoriale inviacela immediatamente in modo da poter valutare per tempo l’opportunità di elaborare eventuali atti di opposizione.

Come funziona la PEC?

Ti ricordo che il messaggio di posta elettronica certificata ha il valore legale della raccomandatacorrettamente ricevuta o della notifica ricevuta.

Con la posta elettronica certificata cambiano le regole rispetto ad una raccomandata tradizionale. Una raccomandata (o una notifica), infatti, per considerarsi consegnata, deve recare la firma del destinatario, con la quale quest’ultimo conferma di averla ricevuta. Per la posta elettronica certificata questa conferma di ricezione non viene data dall’interessato, ma dal suo gestore PEC che conferma di aver messo a disposizione il messaggio presso la casella di posta elettronica del destinatario. Se quest’ultimo non verifica la presenza di messaggio nella sua casella di posta (anche per causa di forza maggiore, come per esempio per malattia o assenza, ecc.) la posta si considera ugualmente consegnata, con tutto quanto ne consegue in termini di decorrenza di termini decadenziali o essenziali.

Esempio: un creditore insoddisfatto promuove un’azione legale nei confronti della tua società notificandola alla casella PEC. Se nessuno controlla la posta in arrivo nella casella PEC, le notifiche si considerano legalmente esperite, e la società si potrebbe trovare condannata in contumacia, con sentenza notificata e passata in giudicato, senza nemmeno saperlo, fino al momento dell’accesso dell’ufficiale giudiziario incaricato del pignoramento dei tuoi beni!

read more

Iscriviti alla newsletter

* campi obbligatori
A quale newsletter vuoi iscriverti?